Sab. 13. Jul 2024, Santa Fe - Argentina
Di tutti

MATTARELLA: EUROPA PROMESSA DI PACE

MATTARELLA: EUROPA PROMESSA DI PACE

ROMA-ITALIA  “L’Europa non è uno spazio geografico soltanto, e neppure un ambito di auspicata buona collaborazione tra gli Stati, è ben di più: è cultura comune, valori, consapevolezza di scambi di consonanza ideale, di principi di libertà, di diritto, di rispetto di ogni singola persona: è tutto questo che ha garantito quello straordinario fenomeno del processo di integrazione europea, quella promessa di pace reciproca che si sono scambiati i popoli e gli stati europei dopo la seconda guerra mondiale: e in questa stagione, in cui le guerre riprendono a insanguinare l’Europa orientale, il Mediterraneo e altre zone del mondo, ricordare questi valori e l’immenso valore di queste scelte è particolarmente importante”.

Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenuto il 13 novembre alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2023/2024 dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in occasione dell’ottocentesimo anno dalla fondazione, visitando il complesso universitario di Scampia. Intervenuta anche Anna Maria Bernini, ministro dell’Università e della Ricerca; “Per la pace, cultura, ricerca, studio, dialogo di ricerca comune oltre le frontiere rappresentano un elemento indispensabile” ha ricordato il capo dello Stato, che ha affrontato anche il tema del caro alloggi per gli studenti – oggetto di proteste da mesi – menzionando quanto detto nella prolusione da Andrea Mazzucchi, direttore del Dipartimento di Studi umanistici e docente di filologia della letteratura italiana: “Quella degli alloggi per gli studenti fuori sede è una questione non soltanto di primaria importanza, ma anche antica: non sarà sfuggito al ministro Bernini, come non è sfuggito a me, che nella prolusione il professor Mazzucchi abbia ricordato, volutamente immagino, che Federico II disponeva alloggi a prezzi calmierati per gli studenti. Non c’è dubbio che anche su questo tema abbiamo molto da apprendere dal passato…”.

Infine, Mattarella ha espresso apprezzamento per quanto realizzato dall’ateneo a Scampia. “Quest’iniziativa, che ha trasformato un sito di degrado e speculazione in un prezioso presidio di servizio sanitario e sociale, è un grande risultato, e anche un messaggio che supera il valore straordinariamente grande del sistema sanitario: un messaggio che infonde coraggio per sgominare la paura, che è una condizione che induce all’indifferenza quando non all’assuefazione alla illegalità, alla prepotenza, all’emarginazione. E come ricordava Benedetto Croce, la paura non è forza ma debolezza, distrugge e non costruisce: solo la cultura costruisce, per questo è così importante il ruolo delle università” conclude Mattarella.