Mar. 28. May 2024, Santa Fe - Argentina
De todo

ARGENTINA: UN CICLO SULL'OPERA ITALIANA AL “FIN DEL MUNDO”

ARGENTINA: UN CICLO SULL'OPERA ITALIANA AL “FIN DEL MUNDO”

ROMA-ITALIA  L'Agenzia Consolare d'Italia a Ushuaia, nella provincia della Terra del Fuoco, l'estremo sud dell'Argentina, ha lanciato un nuovo ciclo di opera italiana che si svolgerà presso la Sociedad Italiana a partire dal prossimo 11 maggio. Verdi, Puccini, Donnizzetti, Mascagni, Leoncavallo, saranno alcuni degli autori analizzati con l'accompagnamento della soprano Natalia Escobar.

“L'opera italiana può essere un valido strumento per motivare l'apprendimento della lingua italiana, e può contribuire ad arricchire la conoscenza della nostra lingua in un'esperienza piacevole e motivante ed anche culturale”, ha spiegato a 9Colonne il console d'Italia ad Ushuaia, Moreno Salvatore.

“La musica, la recitazione e la messa in scena hanno catturano l'attenzione e tutt’oggi stimolano l'interesse per la lingua italiana e per le storie rappresentate, a volte trasgressive per l’epoca. Violetta, nella Traviata, sconvolgeva i borghesi dicendo che “la legge al viver mio sia la legge del piacer: gioir, gioir, nei vortici di voluttà perir”. La Traviata, considerata una delle opere più importanti di Verdi, e rappresentata innumerevoli volte in tutto il mondo, alla prima rappresentazione del 6 marzo 1853 fu un fiasco, a causa della scandalosa rappresentazione di una cortigiana come protagonista”.

Salvatore precisa poi che l'italiano è la lingua più utilizzata nell'opera lirica in tutto il mondo, e che quindi essa è un veicolo privilegiato per avvicinare allo studio della lingua e la cultura italiane all'estero. “Nel 2021 il sito OperaBase, che offre i dati relativi ai cartelloni dei teatri d’opera nel mondo, informava che 8 tra le 10 opere più rappresentate al mondo sono in italiano. Tra i 5 compositori più rappresentati, 3 sono italiani e un quarto è Mozart, autore di opere in italiano”, appunta Salvatore.

Il ciclo, che partirà il prossimo 11 maggio con una lezione introduttiva alla storia del teatro e dell'opera lirica in particolare, si svolgerà ogni secondo e quarto sabato del mese. Per il 25 maggio, festa nazionale in Argentina, è prevista la visione di “Pagliacci”, di Leoncavallo.