Dom. 03. Mar 2024, Santa Fe - Argentina
Di tutti

IL CINEMA ITALIANO TRIONFA A LOCARNO CON IL FILM “GIGI LA LEGGE”

IL CINEMA ITALIANO TRIONFA A LOCARNO CON IL FILM “GIGI LA LEGGE”

ROMA-ITALIA  Il settantacinquesimo Festival di Locarno sorride al cinema italiano. E più nello specifico a uno dei suoi più interessanti interpreti, il regista friulano Alessandro Comodin che ha ottenuto il “Premio Speciale della Giuria dei Comuni di Ascona e Losone” con la sua opera, la terza in ordine di tempo, “Gigi la legge”.

Titolo curioso per la pellicola di Comodin, accompagnata al termine delle proiezioni al festival elvetico da ovazioni e applausi, e che ha convinto tanto la stampa nazionale quanto quella internazionale. Il film è ambientato nel paese di San Michele al Tagliamento, in provincia di Venezia, e ha come protagonista lo zio del regista, Pier Luigi Mecchia, il Gigi del titolo, nella vita di tutti i giorni agente di polizia municipale gentile e romantico.

Lui, uomo di mezza età, trascorre le sue giornate pattugliando le strade del paese e intrattenendo discussioni con i cittadini e i colleghi; una vita normale, proprio come quella della sua cittadina. Solo il suicidio di una ragazza sui binari del treno turba la quiete e la noiosa armonia di quei luoghi vissuti da Gigi che, nel proprio intimo, ha una strana fascinazione per il suo giardino, un mondo misterioso che il vicino di casa gli ripete di tagliare.