Jue. 29. Feb 2024, Santa Fe - Argentina
Di tutti

SCOPERTA UNA NUOVA OPERA DELL’AUTRICE DI “PICCOLE DONNE”

SCOPERTA UNA NUOVA OPERA DELL’AUTRICE DI “PICCOLE DONNE”

UDINE-ITALIA  Una nuova opera si andrà ad aggiungere alla collezione dei grandi classici americani, anche se il merito è tutto italiano. È stata la studiosa dell’Università di Udine, Daniela Daniele, a scoprire il romanzo inedito “L’amuleto d’ambra” di Louisa May Alcott, l’autrice di “Piccole donne”, tra i romanzi di formazione più conosciuti dell’Ottocento.

L’opera, scritta circa 150 anni fa, è stata tradotta e curata dalla stessa Daniele e pubblicata in anteprima mondiale per la collana “Raggi” della Elliot (Roma, 2022). Docente di lingue e letterature anglo-americane e profonda conoscitrice della scrittrice americana, Daniela Daniele ha scoperto il manoscritto alla Houghton Library di Harvard dov’era stata invitata a consultare l’archivio di Alcott.

Il testo faceva parte di una raccolta di scritti, volumi e altro materiale depositati dalla moglie di un nipote dell’autrice nella sezione libri rari della biblioteca. Grazie alla direttrice della Houghton, l’americanista dell’Ateneo friulano è riuscita a ottenere un microfilm del manoscritto che ha poi ha sbobinato alla Biblioteca “Giovanni Spadolini” del Senato.

Il romanzo, 150 pagine suddivise in quattro capitoli, è di difficile datazione, tuttavia, Daniele ritiene sia stato composto in due fasi, prendendo spunto dal racconto del 1870, “La bella baiadera” (tradotto da Ester Formichella, in una raccolta, sempre a cura di Daniela Daniele, pubblicata da Rizzoli nel 1997).