Dom. 14. Abr 2024, Santa Fe - Argentina
Di tutti

ARGENTINA: UN LABORATORIO BILINGUE PER SCOPRIRE LA LETTERATURA ITALIANA

ARGENTINA: UN LABORATORIO BILINGUE PER SCOPRIRE LA LETTERATURA ITALIANA

ROSARIO-ARGENTINA  Si è svolta nella città di Rosario, in Argentina, la seconda edizione del laboratorio bilingue curato dalla professoressa María Cecilia Micetich, che invita i partecipanti a conoscere e a usare la lingua italiana attraverso i grandi autori della nostra letteratura. “Abbiamo avuto l'idea del laboratorio l'anno scorso a partire dall'opera 'Sogni di Sogni' di Tabucchi, in dialogo con i testi di Borges sull'idea del sogno - spiega la professoressa Micetich -.

In quel laboratorio bilingue si proponeva la lettura in italiano, la traduzione del testo e un’analisi intertestuale con una proposta di scrittura creativa per incoraggiare i partecipanti a scrivere in italiano”. L’obiettivo è riflettere, attraverso la letteratura, sulla lingua italiana, e sperimentare sia in spagnolo sia in italiano il mondo che la narrativa “costruisce”.

Nel 2023 l'iniziativa ha raccolto l'invito lanciato dalle istituzioni culturali italiane nel mondo di rendere omaggio a Italo Calvino nel centenario della sua nascita. “Il Ministero degli esteri aveva proposto anche un secondo tema, quello delle città sostenibili, e abbiamo deciso di unire le due proposte per concentrarci sul tema delle città e delle possibili costruzioni letterarie nate dalla meravigliosa immaginazione di Calvino”, ha spiegato Micetich, che sottolinea la presenza anche di architetti in aula, accorsi perché a conoscenza delle opere di Calvino a partire dagli studi fatti nella loro professione.

Il laboratorio è sostenuto dal Consolato Generale d'Italia a Rosario, seguito dal dirigente scolastico, Michele Negro, assieme al Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Scienze Umane ed Artistiche dell'Università di Rosario. “Si tratta di una proposta assolutamente innovativa – ha sottolineato Micetich - perché non è mai stato fatto un laboratorio letterario a Rosario bilingue, in modo che gli alunni potessero leggere, capire, parlare e finalmente scrivere in entrambe le lingue. Il grado di coinvolgimento poi quest'anno è stato ampio per la scelta di Calvino. Nei prossimi mesi realizzeremo un seminario presentato dai professori Federico Ferroggiaro ed Emilio Bellon sulla narrativa calviniana, e stiamo già preparando attività ad ottobre per la settimana della lingua italiana nel mondo intorno al dialogo multidisciplinare sull'opera di Italo Calvino”.