Jue. 29. Feb 2024, Santa Fe - Argentina
Di tutti

DOPO 15 MESI IL PAPA RIPRENDE A VIAGGIARE DALL’IRAQ

DOPO 15 MESI IL PAPA RIPRENDE A VIAGGIARE DALL’IRAQ

ROMA-ITALIA  “Accogliendo l’invito della Repubblica d’Iraq e della Chiesa Cattolica locale, Papa Francesco compirà un Viaggio Apostolico nel suddetto Paese dal 5 all’8 marzo 2021, visitando Bagdad, la piana di Ur, legata alla memoria di Abramo, la città di Erbil, così come Mosul e Qaraqosh nella piana di Ninive.

A suo tempo sarà pubblicato il programma del viaggio, che terrà conto dell’evoluzione dell’emergenza sanitaria mondiale”. L’annuncio arriva dal direttore della Sala stampa Vaticana, Matteo Bruni, il 7 dicembre. Un "messaggio di pace", così il governo di Baghdad commenta la visita. Francesco, dopo quindici mesi durante i quali ha sospeso i pellegrinaggi internazionali a causa della pandemia, “riprende eccezionalmente a viaggiare” come sottolinea il portale Vatican News.

Il Papa aveva espresso chiaramente l’intenzione di visitare l’Iraq il 10 giugno 2019, una possibilità apparsa sempre più concreta quando il 25 gennaio scorso il Pontefice aveva ricevuto in Vaticano il presidente iracheno Barham Salih. Nell’incontro, secondo quanto evidenziato da una nota della Sala Stampa vaticana, erano state affrontate le sfide del Paese, come quella di “favorire la stabilità e il processo di ricostruzione, incoraggiando la via del dialogo e della ricerca di soluzioni adeguate a favore dei cittadini e nel rispetto della sovranità nazionale”.

Centrale “l'importanza di preservare la presenza storica dei cristiani” e “la necessità di garantire loro sicurezza e un posto nel futuro” del Paese. “In Iraq, infatti, prima del 2003, anno del conflitto che porta alla caduta di Saddam Hussein, i cristiani erano circa 1-1,4 milioni. L’orrore della guerra e l’occupazione della Piana di Ninive da parte del sedicente Stato islamico, tra il 2014 e il 2017, li ha ridotti a circa 300-400mila” si legge ancora su Vatican News.