Jue. 21. Ene 2021, Santa Fe - Argentina
Política

RECOVERY, RENZI: TEMO LA ROTTURA NEL GOVERNO

RECOVERY, RENZI: TEMO LA ROTTURA NEL GOVERNO

ROMA-ITALIA  Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, dice No alla struttura voluta dal governo per gestire il Recovery fund e in un’intervista al Tg2 l’8 dicembre attacca il premier Giuseppe Conte.

Una cabina di regia, afferma Renzi, che “pensa a moltiplicare le poltrone e non va a dare una mano ai disoccupati, ai negozi chiusi, alle persone che soffrono. Se le cose rimangono così voteremo contro, per noi un ideale vale più di una poltrona”.

C’è il rischio di una rottura con l’esecutivo? “Spero di no ma temo di sì - risponde Renzi -, insistere su una misura che sostituisce il governo con una task force, la seduta del Parlamento con una diretta Facebook, e che pretende di sostituire i servizi segreti con una fondazione privata voluta dal premier è una follia. Abbiamo mandato a casa Salvini perché non volevamo dargli i pieni poteri, ma non li diamo a Conte”.

Secondo il leader di Italia Viva ci sono “molte cose che non funzionano, ma vogliamo dare una mano, siamo pronti a fare la nostra parte”. Però, avverte Renzi, “non ci sederemo intorno a un tavolo dove la torta da 200 miliardi è pensata per i consulenti romani e non per i cittadini italiani. Voglio che ci siano soldi del Mes per la sanità. Meno soldi a consulenti e agli amici degli amici”