Vie. 27. Nov 2020, Santa Fe - Argentina
Di tutti

JUVENTUS – BARCELLONA 0-2

JUVENTUS – BARCELLONA 0-2

TORINO-ITALIA  Dembelé nel primo tempo e Messi dal dischetto negli ultimi secondi della ripresa firmano il successo del Barcellona all'Allianz Stadium. In mezzo ai due gol dei catalani, tre reti annullate a Morata, ma anche diverse occasioni fallite dagli ospiti, che con i tre punti di questa sera comandano in solitaria il Gruppo G della Champions League.

Il Barcellona parte forte e nei primi due minuti arrivano l'intervento di Bonucci, che chiude in angolo Messi, pronto a calciare da due passi, il sinistro di Griezmann sul palo e la sventola di Pjanic da fuori area, respinta da Szczesny. La Juve cerca di dare fastidio alla manovra avversaria, pressando altissimo, ma sono i blaugrana a tenere in mano il gioco e al quarto d'ora trovano il gol con Dembelé che dal vertice destro dell'area, complice una deviazione di Chiesa, infila sotto l'incrocio.

La Juve troverebbe subito il pareggio, se Morata non si vedesse subito annullare un gol per la terza volta in tre partite, causa offside millimetrico. La bandierina del guardialinee nega il pareggio anche alla mezz'ora, dopo un 15 minuti di buon possesso della Juve, ma anche dopo un'occasione fallita da Messi, che angola troppo il sinistro, dopo essere stato liberato in area dal tacco di Griezmann. La squadra di Pirlo tiene bene il campo, ma deve stare attenta alle improvvise accelerazioni dei catalani e Szczensy deve compiere un doppio miracolo su Dembelé, per evitare il raddoppio. Si arriva al riposo con sensazioni contrastanti, perché per quanto le occasioni migliori le abbiano avute gli ospiti, l'impressione è che con una maggior precisione in fase di ultimo passaggio, i bianconeri avrebbero potuto ottenere di più. La ripresa inizia con un Barcellona ancor più insistente, che per i primi dieci minuti schiaccia i bianconeri nella propria metà campo. La Juve soffre, resiste e replica, ancora con Morata, che corregge in rete da due passi la girata di Cuadrado. Sembra incredibile, ma anche questa volta, il gol è annullato per fuorigioco, anche questa volta per pochi centimetri.

Invece di abbattersi, cosa che sarebbe anche comprensibile a questo punto, i bianconeri aumentano la pressione offensiva e arrivano al tiro con Kulusevski e Rabiot, senza centrare la porta, mentre dalla parte opposta mettono a lato anche Messi e Griezmann. Pirlo cambia Kulusevski, Bentancur e Rabiot con McKennie, Arthur e Bernardeschi, ma non c'è il tempo di vedere gli effetti delle sostituzioni, che la Juve rimane in dieci perché Demiral, già ammonito, rimedia un secondo giallo per un intervento in ritardo a metà campo. Con un uomo in meno fermare il palleggio dei catalani è un'impresa improba e nel recupero arriva anche il raddoppio: Ansu Fati viene steso in area da Bernardeschi e Messi spiazza Szczesny, firmando il 2-0 e chiudendo una partita in cui per la Juve è davvero girato tutto storto.

JUVENTUS: Szczesny; Danilo, Bonucci, Demiral; Cuadrado, Bentancur (34' st Arthur), Rabiot (34' st Bernardeschi), Chiesa; Kulusevski (29' st McKennie); Dybala, Morata. Allenatore: Pirlo.

BARCELLONA: Neto; Sergi Roberto, Araujo, Lenglet, Alba; Pjanic, De Jong; Pedri (46' st Braithwaite), Messi Dembelé (21' st Ansu Fati); Griezmann  (43' st Junior Firpo). Allenatore: Koeman.

Reti: Dembelé 15' pt, Messi rig. 46' st. Arbitro: Makkelie (Nederland). Espulsi: 35' st Demiral.