Mie. 15. Jul 2020, Santa Fe - Argentina
Di tutti

CORONAVIRUS: IL GOVERNO RINGRAZIA MEDICI E INFERMIERI

CORONAVIRUS: IL GOVERNO RINGRAZIA MEDICI E INFERMIERI

ROMA-ITALIA  “L’Italia ha dato grande prova di sé quando era tutto inaspettato. Solo un grande sforzo solidaristico poteva permetterci di uscire dalla fase acuta, ma il virus è ancora con noi e dobbiamo continuare a rispettare le regole”. Così il 22 giugno il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo alla Cerimonia di ringraziamento dei medici e infermieri della Task force della Protezione Civile.

“Avete detto di non voler essere chiamati eroi e non vi chiamerò così, ma siete grandi professionisti di grande cuore”, ha dichiarato il premier rivolgendosi direttamente al personale sanitario. Per il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, “gli assembramenti che vediamo in questi giorni sono uno schiaffo a voi medici e a tutti i vostri colleghi che non ci sono più.

Il Covid-19 è ancora tra noi, non dobbiamo abbassare la guardia”. Anche il ministro della Salute, Roberto Speranza, si è detto preoccupato “perché un pezzo del Paese pensa che la battaglia contro il coronavirus è già stata vinta”, e ha voluto lanciare un appello direttamente a medici e infermieri. “Vi chiedo un favore – ha detto – Aiutateci a coltivare la memoria. Voi che l’avete vissuto in prima persona, potete raccontare che abbiamo affrontato un nemico difficilissimo per cui troppe persone hanno perso la vita.

Continuiamo a coltivare questo sentimento di grande unità e capacità di superare confini, limiti e barriere, per essere all’altezza della cittadinanza”.