Lun. 10. Dic 2018, Santa Fe - Argentina
Lo sport

CR7 INVENTA, MARIO SEGNA E JUVE VOLA

CR7 INVENTA, MARIO SEGNA E JUVE VOLA

Triunfo de Juventus y acceso a octavos della Champions League...

TORINO-ITALIA  Missione compiuta: la Juve supera il Valencia, stacca il biglietto per gli ottavi di finale e potrà, vincendo con lo Young Boys nell'ultima sfida del girone, anche certificare il primo posto.

Dopo appena 40 secondi Ronaldo arriva al tiro dal vertice sinistro dell'area, mettendo a lato dopo il lancio profondo di Bonucci e l'assist di tacco di Mandzukic, e si ripete due minuti dopo, da identica posizione, centrando la porta, ma trovando Neto piazzato. I bianconeri vogliono chiudere il discorso qualificazione e giocano su buoni ritmi, pressando alto e cercando di allargare la manovra con le avanzate di Cancelo e Alex Sandro.

Gli spagnoli si vedono dalle parti di Szczesny solo alla mezz'ora, con un diagonale fuori misura di Wass, mentre il resto è un monologo bianconero. Anche Szczesny è praticamente uno spettatore, almeno fino all'ultimo secondo di recupero, quando Diakhaby stacca di testa sull'angolo di Parejo e il portiere bianconero ha un riflesso prodigioso nel respingere e mandare le squadre negli spogliatoi sullo 0-0.

Allegri inizia la ripresa con Cuadrado al posto di Alex Sandro e Cancelo si sposta sulla sinistra. La Juve aumenta la pressione e schiaccia gli avversari. Il Valencia resiste, riesce a liberare l'area ogni volta, ma quando Ronaldo si trova di fronte Gabriel sulla sinistra, lo ubriaca di finte e mette in mezzo il rasoterra teso che raggiunge Mandzukic sul secondo palo, arriva finalmente il giusto premio per una supremazia tanto netta.

Il Valencia risponde subito, ma il gol viene giustamente annullato per l'evidente fallo di mano di Diakhaby, che rimedia anche il giallo. Mandzukic sfiora la doppietta, deviando al volo un pallone vagante in area. Dopo le occasioni fallite i bianconeri appaiono per qualche attimo un po' svagati, ma non appena il Valencia prova a farsi sotto, riprendono immediatamente il controllo delle operazioni.

JUVENTUS: Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro (Cuadrado); Bentancour, Pjanic, Matuidi; Dybala (Douglas Costa), Ronaldo e Mandzukic. Allenatore: Allegri. VALENCIA: Neto; Wass, Gabriel Paulista, Diakhaby, Gayá; Coquelin, Prejo, Kondogbia (Soler), Guedes; Rodrigo (Gameiro), Santi Mina (Batshuayi). Allenatore: Marcelino. Reti: Mandzukic (J) 14’ st. Arbitro: Collum (Sco).