Dom. 17. Nov 2019, Santa Fe - Argentina
Lo sport

L’EMILIA-ROMAGNA E IL GIRO: UNA STORIA CHE NASCE DA LONTANO

L’EMILIA-ROMAGNA E IL GIRO: UNA STORIA CHE NASCE DA LONTANO

La región y su participación en el Giro d'Italia...

BOLOGNA-ITALIA  Bologna nel 1909, anno della prima edizione, Lugo nel 1914 e Ferrara nel 1919.

Sono queste le prime tre città emiliano-romagnole che hanno ospitato una tappa del Giro d’Italia. Un legame, quello tra Giro ed Emilia-Romagna, che negli anni si è nutrito di tanti arrivi e partenze che hanno toccato tutte le principali località lungo la Via Emilia, da Rimini a Piacenza. Si possono contare sulle dite di una mano le edizioni in cui neanche una tappa si è svolta in regione: 1913, 1965, 1996, 2000 e 2002.

Mentre la prima tappa interamente emiliano-romagnola è stata, nel 1932, la Ferrara-Rimini. Un legame reso ancora più forte dai tanti campioni emiliano-romagnoli: da Ercole Baldini, “Il treno di Forlì”, che si è aggiudicato la Corsa Rosa nel 1958, nello stesso anno in cui si laureò campione del mondo su strada a Reims, a Vittorio Adorni, nato a San Lazzaro, in provincia di Parma, che conquista il Giro nel 1965 e che nel 1968, esattamente dieci anni dopo Baldini, fa proprio anche il titolo iridato a Imola.