Sab. 17. Abr 2021, Santa Fe - Argentina
Di tutti

ATTANASIO, L'AMBASCIATORE CHE AMAVA L'AFRICA

ATTANASIO, L'AMBASCIATORE CHE AMAVA L'AFRICA

ROMA-ITALIA  Laureato con Lode all’Università Commerciale Luigi Bocconi (2001), Luca Attanasio - il diplomatico italiano ucciso in Congo il 22 fabbraio - dopo un breve percorso professionale nella consulenza aziendale ed un Master in Politica Internazionale, intraprende la Carriera diplomatica (2003).

Alla Farnesina viene assegnato alla Direzione per gli Affari Economici, Ufficio sostegno alle imprese, poi alla Segreteria della Direzione Generale per l’Africa. Successivamente è Vice Capo Segreteria del Sottosegretario di Stato con delega per l’Africa e la Cooperazione Internazionale (2004). All’estero è Capo dell’Ufficio Economico e Commerciale presso l’Ambasciata d’Italia a Berna (2006-2010) e Console Generale reggente a Casablanca, Marocco (2010-2013).

Nel 2013 rientra alla Farnesina dove riceve l’incarico di Capo Segreteria della Direzione Generale per la Mondializzazione e gli Affari Globali. Ritorna poi in Africa quale Primo Consigliere presso l’Ambasciata d’Italia in Abuja, Nigeria (2015). Dal 5 settembre 2017 è Capo Missione a Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo.

“Con lui se ne va, in modo doloroso e drammatico, un uomo sensibile, impegnato per il bene comune. E' una grave perdita per l'Italia, ma anche per l'Africa, continente per il quale Attanasio stava spendendo con coraggio tante energie, fiducioso in un futuro migliore, di sviluppo e di pace”, commenta la Comunità di San’Egidio.