Lun. 24. Jun 2019, Santa Fe - Argentina
Di tutti

ADDIO A FERNANDO AIUTI, IMMUNOLOGO DEL BACIO ANTI-AIDS

ADDIO A FERNANDO AIUTI, IMMUNOLOGO DEL BACIO ANTI-AIDS

Pérdida importante para la ciencia...

ROMA-ITALIA  Come il bacio del marinaio alla crocerossina a Times Square, che salutava la fine della guerra, quello di Fernando Aiuti a una giovane sieropositiva ha fatto il giro del mondo.

Un bacio per vincere un’altra guerra, quella contro l’ignoranza e i pregiudizi sui malati di Aids, a cui Aiuti ha dedicato un’intera esistenza. L’immunologo di fama internazionale è morto al Policlinico Agostino Gemelli, dove era ricoverato, “per le complicanze immediate di un trauma da caduta dalla rampa delle scale adiacente il reparto di degenza" come spiega in una nota la stessa struttura ospedaliera.

La procura di Roma ha aperto un’indagine, non escludendo l’ipotesi del suicidio: Aiuti, nato a Urbino nel 1935, era in cura presso il reparto di Medicina generale del Gemelli per "il trattamento di una grave cardiopatia ischemica da cui era da tempo affetto e che lo aveva già costretto ad altri ricoveri ed a trattamenti anche invasivi". Più recentemente, rivela il Policlinico, "il quadro cardiologico si era aggravato evolvendo verso un franco scompenso cardiaco, in trattamento polifarmacologico”.