Mie. 03. Jun 2020, Santa Fe - Argentina
Di tutti

ALZHEIMER: PASSI AVANTI DALL’UNIVERSITA’ DI PARMA

ALZHEIMER: PASSI AVANTI DALL’UNIVERSITA’ DI PARMA

PARMA-ITALIA  La copertina del mese di marzo della rivista ‘Molecular Nutrition & Food Research’ è dedicata ad uno studio interdisciplinare volto alla valutazione dell’attività neuroprotettiva dei metaboliti umani di composti polifenolici di origine vegetale appartenenti alla classe dei flavonoidi.

Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori dell’Ateneo, coordinato dal prof. Simone Ottonello, in collaborazione con il Dipartimento di Neuroscienze dell’Istituto Mario Negri di Milano. La ricerca ha tratto spunto dall’azione benefica (soprattutto di tipo preventivo) esercitata da particolari flavonoidi nei confronti della malattia di Alzheimer, e dal fatto che piccoli aggregati di un peptide umano (Aβ42), denominati ”oligomeri Aβ”, sono considerati i più probabili agenti causali di questa grave patologia neurodegenerativa. I flavonoidi, tuttavia, sebbene presenti in molti alimenti di origine vegetale, sono rapidamente metabolizzati, e i prodotti circolanti che vengono a contatto con le nostre cellule dopo l’assunzione di cibi che li contengono sono i loro derivati metabolici, e non i flavonoidi stessi.

Come spiegano la prof.ssa Roberta Ruotolo e la dott.ssa Ilaria Minato, prime autrici del lavoro, “l’obiettivo principale di questo studio è stato proprio quello di verificare se alcuni metaboliti dei flavonoidi prodotti in uomo fossero capaci di contrastare la tossicità cellulare degli oligomeri Aβ, con un effetto protettivo nei confronti della malattia di Alzheimer”.