Sab. 07. Dic 2019, Santa Fe - Argentina
Lo sport

CAPITAN CHIELLO FIRMA LA PRIMA VITTORIA

CAPITAN CHIELLO FIRMA LA PRIMA VITTORIA

Debut triunfante del equipo de Maurizio Sarri...

TORINO-ITALIA  La Juve, priva di Sarri, a causa della polmonite che lo ha colpito nei giorni scorsi, incassa la prima vittoria della stagione, superando il Parma con il minimo scarto, grazie alla rete siglata da Chiellini nel primo tempo.

I bianconeri iniziano la stagione senza nuovi acquisti in campo, l'unica novità, rispetto allo scorso anno è Higuain, punta centrale tra Douglas Costa e Ronaldo, ma si tratta pur sempre di una vecchia conoscenza. L'intesa quindi non va trovata e la Juve appare subito aggressiva, pronta pressare alto e a recuperare palla nella metà campo avversaria. Douglas Costa, uno dei più pimpanti durante l'estate, si fa subito vedere con un sinistro a incrociare che termina a lato e anche Ronaldo arriva a colpire di testa da ottima posizione, alzando troppo la mira. Il Parma intanto fa capire quanto possano essere pericolose le sue ripartenze con la combinazione tra Gervinho e Inglese e la conclusione di quest'ultimo, respinta da Szczesny. Il portiere bianconero intercetta, con minori problemi, anche il tiro di Hernani dal limite e un altro tentativo di Inglese, ma i due tentativi suonano come un campanello d'allarme. La Juve lo sente chiaro e forte evidentemente, perché quando si riporta in avanti passa: sugli sviluppi di un angolo Alex Sandro cerca la battuta da fuori e sporca la conclusione, che si però trasforma in un assist per Chiellini. Il capitano è appostato al limite dell'area piccola e, pur se circondato da avversari, riesce a toccare mandando fuori tempo Sepe e infilando il vantaggio.

Goleador e muro in difesa: il capitano subito dopo la rete salva Szczesny, mandando sul fondo il destro di Inglese. Ronaldo intanto ha il pallone buono per il raddoppio dopo un bello scambio con Higuain, ma angola troppo il destro. La conclusione gli serve a prendere le misure, perché quando al 34' segue la ripartenza di Douglas Costa e riceve in area è nella stessa posizione e questa volta non sbaglia, infilando il rasoterra alle spalle di Sepe. Dopo il consulto del Var, Maresca però annulla per una questione di millimetri.

In avvio di ripresa il Parma è più aggressivo e per i primi dieci minuti schiaccia i bianconeri nella loro metà campo, ma è ancora una combinazione tra Douglas Costa e Ronaldo  a creare i brividi. Al 18' Rabiot fa il suo esordio in A, sostituendo Khedira, poi tocca a Cuadrado rilevare Douglas Costa. Intanto Ronaldo ingaggia un duello personale con Sepe e dopo una sventola dal limite troppo centrale, angola bene il sinistro, trovando però la risposta del portiere dei ducali. La partita ora è decisamente meno brillante. La Juve tiene palla, i padroni di casa cercano il contropiede, ma mancano lucidità e fiato a entrambe le squadre e l'ingresso di Bernardeschi al posto di Higuain non cambia la situazione. Ne esce un'ultima parte di gara confusa che si trascina stancamente sino al fischio finale, eccezion fatta per il siluro di Hernani in pieno recupero, a lato di poco. Per la Juve va bene così, perché arrivano i primi tre punti della stagione. E in una fase del genere, con le gambe ancora pesanti e i meccanismi da rodare, sono particolarmente preziosi.

PARMA: Sepe; Laurini, Bruno Alves, Gagliolo, Iacoponi; Hernani, Brugman (32' st Grassi), Barillà; Kulusevski (12' st Siligardi), Inglese, Gervinho. Allenatore: D’Aversa. JUVENTUS: Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (18' st Rabiot), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa (26' st Cuadrado), Higuain (38' st Bernardeschi), Ronaldo. Allenatore: Martusciello.

Arbitro: Maresca. Reti: Chiellini 21’ pt.