Mar. 21. Set 2021, Santa Fe - Argentina
Política

STRAGE DI BOLOGNA, MATTARELLA: UN COLPO AL CUORE DELLA REPUBBLICA

STRAGE DI BOLOGNA, MATTARELLA: UN COLPO AL CUORE DELLA REPUBBLICA

BOLOGNA-ITALIA  “41 anni fa la città di Bologna e con essa la Repubblica vennero colpite al cuore. Un attentato dinamitardo, ad opera di menti ciniche che puntavano alla destabilizzazione della democrazia italiana, provocò una terribile strage in cui morirono donne e uomini inermi, bambini innocenti”.

Queste le parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 41° anniversario della strage di Bologna. Il 2 agosto 1980 nella stazione di Bologna esplose una bomba con 23kg di esplosivo che provocò il crollo dell’ala ovest dell’edificio uccidendo 85 persone e provocando oltre 200 feriti.

A seguito della strage “i bolognesi e gli italiani seppero reagire con sofferto coraggio”, continua il Presidente ricordando come ci fu una risposta veloce dei familiari delle vittime che il 1° giugno 1981 crearono l’Associazione dei familiari delle vittime, rimasta attiva negli anni per chiedere di far luce sulla vicenda e scoprire i mandanti. Infatti, è stato grazie al ruolo dell’Associazione che si è “messo in luce la matrice neofascista della bomba esplosa la mattina del 2 agosto 1980”, ma aggiunge il Presidente “non tutte le ombre sono state dissipate e forte è, ancora, l’impegno di ricerca di una completa verità”.