Vie. 14. Ago 2020, Santa Fe - Argentina
Política

SALVINI: LA LEGA HA RACCOLTO I VALORI DI BERLINGUER

SALVINI: LA LEGA HA RACCOLTO I VALORI DI BERLINGUER

ROMA-ITALIA  "I valori di una certa sinistra che fu, quella di Berlinguer, i valori del lavoro, degli artigiani, sono stati raccolti dalla Lega. Se il Pd chiude Botteghe oscure, e la Lega riapre io sono contento, è un bel segnale”.

Forse si è trattato di una battuta ma a pronunciare queste parole è stato il 9 luglio Matteo Salvini parlando a La7 sulla prossima apertura della sede nazionale del suo partito di fronte a quella che fu la storica sede del Partito comunista italiano di via delle Botteghe oscure. Parole che non sono piaciute a una certa sinistra. Non sono infatti tardate le dure reazioni di chi si sente erede dell’eredità politica lasciata dallo storico segretario sassarese del Pci.

"Devono proprio andare male a Salvini i sondaggi per cercare di paragonarsi a Berlinguer. Quel paragone che ha fatto, per via delle sede in Botteghe oscure, fa veramente orrore e pietà”, tuona su Facebook il deputato e membro della segreteria Pd, Emanuele Fiano. Mentre il senatore dem Roberto Rampi si stupisce che “un dispensatore seriale di odio si proponga di raccogliere l'eredità di Berlinguer. Sarebbe comico se non fosse tragico. La cultura del lavoro poi è cosa seria ed è il contrario della cultura dell'evasione fiscale. E su questo potremmo aprire un dibattito. Non è aprendo un ufficio in via delle Botteghe oscure che raccogli una eredità morale. Anche perché la domanda è con quali soldi lo paghi visto che prima di tutto dovresti pagare i debiti. L'etica dei furbi è il contrario del rigore personale e politico di cui Enrico Berlinguer è stato un emblema. Capisco l'ossessione ma siamo proprio agli antipodi".