Dom. 18. Ago 2019, Santa Fe - Argentina
Lo sport

MARIO STENDE LA ROMA. JUVE CAMPIONE D’INVERNO

MARIO STENDE LA ROMA. JUVE CAMPIONE D’INVERNO

Juve suma 49 de 51 puntos posibles; record histórico nella Lega...

TORINO-ITALIA  Prima della partita gli applausi sono tutti per Claudio Marchisio, che torna all'Allianz Stadium a salutare i tifosi, mentre dopo un minuto di gioco sono per la Juve, subito vicina al gol con la punizione di Dybala toccata di testa da Alex Sandro e rimessa a centro area da Mandzukic, che non trova Ronaldo davanti alla porta sguarnita solo per l'intervento in anticipo di Manolas. Cinque minuti dopo l'occasione è ancora più clamorosa: il destro di Bentancur dal limite viene deviato e termina sui piedi di Alex Sandro, liberissimo in area. Il brasiliano cerca il  primo palo e Olsen ha un riflesso prodigioso e riesce a mettere in angolo. Alex Sandro, fresco di rinnovo, è senza dubbio il più pericoloso dei bianconeri e cerca la porta ancora due volte, trovando ancora Olsen in un caso, e il muro della difesa giallorossa nell'altro.

La Roma si vede al 20', con un sinistro debole di Under bloccato da Szczesny, ma è la Juve a dominare, fisicamente e tecnicamente. Ronaldo cerca di stregare ancora lo Stadium con una rovesciata e mette alto, mentre alla mezz'ora è Olsen a togliere dall'angolino il suo destro a giro. La supremazia bianconera è figlia non solo di una qualità enorme, ma anche di un atteggiamento più convinto e aggressivo e la dimostrazione è tutta nell'azione del gol: al 35' De Sciglio ruba palla in zona d'attacco a Florenzi e pennella un cross delizioso sul secondo palo, dove arriva come una furia Mandzukic, che sovrasta Cristante e schiaccia in rete di testa un vantaggio strameritato.

La gara si fa spigolosa e Allegri prova a dare più fisicità al centrocampo, inserendo Emre Can al posto di Pjanic, ma ora è la Roma a tenere in mano il gioco, anche perché i bianconeri abbassano troppo il baricentro. Per una decina di minuti, anche se Szczesny non rischia nulla, i giallorossi costringono la Juve nella propria metà campo, quindi Allegri interviene nuovamente sostituendo Dybala con Douglas Costa. Il brasiliano aiuta la squadra con qualche accelerazione e metterebbe anche con la zampata decisiva nel recupero correggendo in rete da due passi l'assist di Ronaldo, ma il signor Massa annulla dopo il aver consultato il Var per un intervento irregolare di Matuidi nello sviluppo dell'azione. Orami comunque la gara è finita e la Juve si regala uno splendido Natale. Sotto l'albero c'è il titolo, virtuale, ma sempre piacevole, di campione d'inverno, con due giornate d'anticipo.

JUVENTUS: Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (Emre Can), Matuidi; Dybala (Douglas Costa); Mandzukic, Ronaldo. Allenatore: Allegri. ROMA: Olsen; Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi (Dzeko); Florenzi (Kluivert), Zaniolo, Under (Perotti); Schick. Allenatore: Di Francesco. Reti: Mandzukic 35' pt. Arbitro: Massa.