Vie. 28. Feb 2020, Santa Fe - Argentina
Per il paese

IL GOVERNO CONFERMA: PRONTI A ENTRARE NELL’EX ILVA

IL GOVERNO CONFERMA: PRONTI A ENTRARE NELL’EX ILVA

ROMA-ITALIA  Il governo ha intenzione di far entrare lo Stato dentro l’ex Ilva, al fianco di Arcelor Mittal, “con una partecipata pubblica”.

Lo propone il premier Giuseppe Conte, nel corso di un convegno all’Eni il 9 dicembre, spiegando che comunque “la trattativa è ancora all’inizio”; lo conferma il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, che a L’Aria che tira su La7 smentisce che Mittal abbia messo sul piatto un miliardo di euro per andarsene (“è una bufala, una ipotesi non contemplata”) e spiega: “Non si tratta di investire in aziende decotte per continuare la cottura, ma di avere un piano industriale per aziende che sono in difficoltà e nel caso dell’ex Ilva per garantire anche una messa in sicurezza ambientale: in questo senso lo stato predispone un piano industriale di rilancio per trasformare una azienda in perdita in una azienda che guadagna e contemporaneamente che fa investimenti ambientali. Quando i privati non ce la fanno è gusto che intervenga lo Stato”.

Non si tratta, dice Patuanelli, di continuare ad avere fiducia in Mittal: “Entriamo dentro anche per esercitare una funzione di controllo – dice - Hanno la volontà di ridiscutere il piano industriale con l’inserimento di tecnologie che diminuiscano l’impatto ambientale, perché non si può pensare di continuare a produrre l’acciaio col carbone. Poi la Morselli ha detto altre cose, che mi rifiuto anche di ascoltare…”. E se poi si dimostrasse un bluff, “il 20 dicembre c’è l’udienza in tribunale”.