Vie. 14. Ago 2020, Santa Fe - Argentina
Di tutti

AUTOSTRADE: PASSO INDIETRO DEI BENETTON. CONTE: PAGINA INEDITA

AUTOSTRADE: PASSO INDIETRO DEI BENETTON. CONTE: PAGINA INEDITA

ROMA-ITALIA  È un Giuseppe Conte entusiasta quello che è uscito dalla riunione fiume della notte tra il 14 e il 15 luglio del Consiglio dei ministri dove si è raggiunto un accordo sul delicato dossier Autostrade che non pochi mal di pancia aveva generato nella maggioranza.

L’accordo prevede un passo indietro dei Benetton, in un primo momento fino al 10-12%, per poi uscire completamente dall’azionariato di Aspi con un ingresso nella maggioranza dello Stato. L’obiettivo del governo è portare il titolo a Piazza Affari per quotarlo e permettere un azionariato maggiormente diffuso. Autostrade tornerà una public company, grazie all’intervento di Cassa depositi e prestiti.

Non solo, Atlantia rinuncia anche ai possibili contenziosi contro lo Stato e accetta l’indennizzo richiesto dal governo di 3,4 miliardi a favore delle famiglie delle vittime. La famiglia di Ponzano Veneto ha inoltre rinunciato alla clausola che gli garantiva un cospicuo risarcimento in caso di revoca del contratto. Altro tema importante è che non c’è alcun rischio, almeno al momento, per i lavoratori che resteranno all’interno dell’Azienda e non trasferiti in Anas come si era paventato negli scorsi giorni.