Dom. 05. Abr 2020, Santa Fe - Argentina
Calcio Serie A

DYBALA INVENTA, RONALDO VOLA, LA JUVE VINCE

DYBALA INVENTA, RONALDO VOLA, LA JUVE VINCE

TORINO-ITALIA  Un capolavoro di Dybala e un volo infinito di Ronaldo valgono il successo contro la Sampdoria. La Juve, ancora in campo con il tridente, domina per lunghi tratti e pur non creando palle gol a ripetizione, sfrutta la classe dei suoi campioni e porta a casa i tre punti nell'ultima gara di campionato del 2019.

L'inizio di gara è confuso, perché la determinazione con cui la Samp lotta su ogni pallone impedisce ai bianconeri di manovrare con sufficiente lucidità. Ranieri concede il possesso palla alla Juve, puntando sull'attenzione della difesa e sulla rapidità del contropiede e la squadra di Sarri prende  possesso della metà campo avversaria. Arrivare dalle parti di Audero non è facile e allora serve un'invenzione. Quella di Dybala è a dir poco geniale, un misto di talento, coraggio e precisione: Alex Sandro crossa dalla tre quarti e, appena dentro l'area, la Joya calcia al volo un sinistro a incrociare che si infila nell'angolino opposto. Semplicemente un capolavoro.

Cambia il punteggio e cambia la partita. La Juve continua a tenere palla, ma abbassa il baricentro e non appena la Sampdoria trova un minimo di continuità nella pressione offensiva, arriva il pareggio.  La Juve fatica a liberare, Caprari riceve palla a centro area e senza pensarci due volte spara il destro alle spalle di Buffon.

La gara adesso è più equilibrata, per quanto sia comunque la Juve a gestire il gioco. Ronaldo, ben controllato da Murillo per più di mezz'ora, ora entra più spesso nell'azione e dopo un goloso assist che Higuain e Dybala non riescono a raggiungere, lascia la sua firma. Appena prima del riposo Alex Sandro lascia partire un altro traversone da lontano, ma sembra fuori misura per tutti. Non per CR7, che stacca con un terzo tempo e un'elevazione degna di Michael Jordan, rimane sospeso in aria quel che serve per impattare perfettamente il pallone e infila di testa sul secondo palo.

La ripresa inizia con un ritmo ancor più alto da parte della Juve e Matuidi ha un'occasione d'oro per passare ancora, ma sul delizioso assist di Dybala impatta con la spalla invece che con la testa a due passi dalla porta. La Samp deve necessariamente osare di più e Sarri cerca maggior equilibrio, inserendo Ramsey e Douglas Costa al posto di Higuain e Dybala e, negli ultimi minuti, De Sciglio per Alex Sandro. Ronaldo è ancora il più pericoloso nel finale e dopo una rete annullata per fuorigioco millimetrico, sfiora il palo con un violento diagonale dalla sinistra. La Samp rimane anche in dieci per il secondo giallo rimediato da Caprari e la Juve può così condurre la gara in porto senza correre rischi, e iniziare a pensare all prossima sfida contro la Lazio che, domenica in Arabia Saudita, metterà in palio la Supercoppa.

SAMPDORIA: Audero; Murillo, Colley, Ferrari, Murru (31' st Augello); Depaoli (5' st Leris), Thorsby, Linetty, Jankto (17' st Gabbiadini); Caprari, Ramirez. Allenatore: Ranieri. JUVENTUS: Buffon; Danilo, Bonucci, Demiral, Alex Sandro (37' st De Sciglio); Rabiot, Pjanic, Matuidi; Dybala (32' st Douglas Costa), Higuain (23' st Ramsey), Ronaldo. Allenatore: Sarri.

Arbitro: Rocchi. Reti: Dybala 19' pt, Caprari 35' pt, Ronaldo 45' pt. Espulsi: 47' st Caprari.