Vie. 28. Feb 2020, Santa Fe - Argentina
Di tutti

MARTA CARTABIA PRIMA DONNA ALLA GUIDA DELLA CONSULTA

MARTA CARTABIA PRIMA DONNA ALLA GUIDA DELLA CONSULTA

ROMA-ITALIA  “Si è rotto un vetro di cristallo”: è il primo commento a caldo di Marta Cartabia, prima donna presidente della Corte Costituzionale, eletta dalla stessa Consulta riunita in camera di consiglio l’11 dicembre: hanno preso parte alla votazione 15 giudici, i voti a favore sono stati 14 con l’astensione della diretta interessata.

Rimarrà in carica fino al 13 settembre 2020, quando scadrà il suo mandato di giudice costituzionale. La neopresidente ha confermato come vicepresidenti i giudici Aldo Carosi e Mario Morelli. Nata a San Giorgio su Legnano (MI) il 14 maggio 1963, sposata, tre figli, Cartabia è professore ordinario di Diritto costituzionale e, nel settembre 2011, viene nominata dal Presidente della Repubblica giudice della Corte costituzionale, di cui è stata vice presidente dal novembre 2014.

La sua carriera accademica è stata segnata sin dagli esordi da un’intensa attività di ricerca in ambito costituzionalistico con uno spiccato respiro europeo ed internazionale. Ha conseguito il PhD presso l’Istituto Universitario Europeo di Fiesole (1993), essendo stata, nel frattempo, Research Scholar presso la Michigan Law School (Ann Arbor, USA, 1991).

Ha insegnato presso numerose università italiane ed è stata Visiting Professor in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Cartabia ha redatto 171 decisioni dall’ingresso alla Corte costituzionale nel 2011 ad oggi.