Dom. 23. Ene 2022, Santa Fe - Argentina
Di tutti

DDL ZAN, LETTA: L’ITALIA SI ALLINEA ALLA POLONIA E ALL’UNGHERIA

DDL ZAN, LETTA: L’ITALIA SI ALLINEA ALLA POLONIA E ALL’UNGHERIA

ROMA-ITALIA  “Sul ddl Zan c’è stata una somma di scelte negative che raccontano il peggior volto dell’Italia. Ma di tutto la cosa peggiore è stato quell’applauso liberatorio, volgare che ha accompagnato l’annuncio del voto. Quell’applauso sgangherato penso che sia il degno finale di una giornata pessima”.

Così il 28 ottobre a Radio Immagina il segretario del Pd Enrico Letta. Il disegno di legge per il contrasto all’omotransfobia, infatti, non diventerà legge dello Stato. Il Senato ha infatti messo una pietra tombale sul provvedimento, votando a scrutinio segreto, su richiesta della Lega e di Fratelli d'Italia ma con il favore anche di Forza Italia, la richiesta di non passare all'esame degli articoli.

Una richiesta contestata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle, ma difesa dalla presidente del Senato Elisabetta Casellati, che ha dichiarato ammissibili le richieste di votazione segrete sulle proposte di non passaggio agli articoli.

“Nascondersi con il voto segreto lascia intendere che si vuol fare qualcosa di cui non si è molto fieri, si abbia il coraggio delle proprie scelte” sottolinea Letta, che aggiunge: “L’altra cosa che mi colpisce di questa drammatica e brutta vicenda è che l’Italia si è di fatto allineata alla Polonia e all’Ungheria nella compressione dei diritti delle persone. Ma le elezioni amministrative hanno dimostrato che il nostro Paese non vuole andare lì, noi faremo di tutto perché l’Italia non vada verso la Polonia e l’Ungheria”.