Mar. 14. Jul 2020, Santa Fe - Argentina
Di tutti

MATURITA’, IL 75% DEI RAGAZZI AVREBBE VOLUTO TORNARE IN CLASSE

MATURITA’, IL 75% DEI RAGAZZI AVREBBE VOLUTO TORNARE IN CLASSE

ROMA-ITALIA  L'emergenza coronavirus non ha stravolto la scuola solo dal punto di vista didattico. Ha anche spazzato via in un colpo solo tutti quei riti e momenti chiave di qualsiasi anno scolastico.

L'inizio del lockdown, ironia della sorte, è coinciso proprio con l'avvio del secondo quadrimestre, quello in cui si concentra la maggior di questi appuntamenti: la gita, la foto di classe, i cento giorni alla Maturità. Ma soprattutto l'ultimo giorno di lezioni: nonostante gli sforzi per far tornare gli studenti in aula almeno un'altra volta, infatti, l'anno si concluderà da casa, senza che i ragazzi possano dare libero sfogo alla propria gioia per l'inizio delle vacanze estive.

Una decisione che, tutto sommato, è stata assorbita bene: l'80% dei 20mila alunni - di scuole medie e superiori - interpellati da Skuola.net la considera una scelta saggia; al momento, secondo loro, non ci sarebbero le condizioni per tornare. Ma, nonostante la gran parte appoggi la decisione del Ministero di non riaprire le scuole, il cuore va verso un’altra direzione.

Ciò vale soprattutto per i maturandi: il 75% avrebbe voluto tornare in classe per l’ultimo giorno o addirittura per le ultime settimane. Ma non, come si sarebbe portati a pensare, spinto dalla nostalgia. È vero, infatti, che più della metà dei ragazzi prossimi al diploma (57%) sottolinei come la quarantena abbia rovinato il suo 'ultimo anno'.