Lun. 16. Set 2019, Santa Fe - Argentina
Di tutti

DA SANTA ROSA AI CANDELIERI, LA NOSTRA TRADIZIONE IN TOUR MONDIALE

DA SANTA ROSA AI CANDELIERI, LA NOSTRA TRADIZIONE IN TOUR MONDIALE

Una muestra internacional...

ROMA-ITALIA  Dalla Macchina di Santa Rosa di Viterbo ai Candelieri di Sassari, la Rete delle Grandi macchine a spalla italiane, patrimonio Unesco, sarà in mostra internazionale in America latina e nell’Europa dell’Est.

“E’ il raggiungimento di un obiettivo in un percorso molto importante di comunicazione e divulgazione, un’opportunità che ci viene dall’Istituto centrale per la demoetnoantropologia che cura questa straordinaria mostra che durerà un anno e mezzo”. Così Patrizia Nardi (foto), responsabile tecnico-scientifico Unesco della Rete delle grandi macchine a spalla italiane, a margine di una conferenza stampa alla Camera il 4 giugno per la presentazione di “Unwritten Structures.

Racconti (in)Visibili”, un progetto espositivo itinerante che partirà il prossimo 11 giugno in Armenia e in Cile e che farà tappa in varie città, destinato alla diffusione della conoscenza del patrimonio culturale immateriale italiano nell’Europa dell’Est e in Sud America. “La Rete delle grandi macchine a spalla italiane – aggiunge - è stata la prima rete al mondo di patrimonio culturale immateriale presentata alla selezione unescana da uno stesso Stato membro, per questo è stata votata all’unanimità ed è stata indicata come modello e fonte di ispirazione. E’ un percorso straordinario che coinvolge comunità, centinaia di migliaia di persone, soggetti istituzionali ministeriali, un tavolo circolare e un laboratorio continuo nel quale si esprime il più bel patrimonio immateriale italiano e la cultura della nostra tradizione”.