Jue. 14. Nov 2019, Santa Fe - Argentina
Per il paese

DISCRIMINATI TRE RAGAZZI SU CINQUE

DISCRIMINATI TRE RAGAZZI SU CINQUE

La grave discriminación escolar en el país...

ROMA-ITALIA  Le motivazioni possono essere le più svariate, dall’omosessualità all’obesità: più di tre studenti su cinque dichiarano di essere stati vittime di discriminazione e hanno vissuto sulla propria pelle violenze o minacce, sono stati derisi ed emarginati dai loro coetanei o messi al centro di voci negative sul loro conto.

Soprattutto a scuola, quasi nove su dieci sono stati testimoni diretti di comportamenti discriminatori nei confronti dei loro amici e compagni.
L’omosessualità, l’appartenenza alla comunità rom, l’obesità o il fatto di essere di colore sono le principali “etichette” per le quali le persone rischiano di essere discriminate, secondo più di otto intervistati su dieci.

A queste seguono l’essere di religione islamica, l’essere povero o disabile (per sette su dieci). Questi alcuni dei risultati che emergono da un sondaggio realizzato da Save the Children tra più di 2.000 studenti degli istituti superiori di tutta Italia e diffuso il 28 febbraio alla viglia della Giornata internazionale contro le discriminazioni.