Mar. 11. Ago 2020, Santa Fe - Argentina
Lo sport

DOPPIO CR7, 2-2 CON L'ATALANTA

DOPPIO CR7, 2-2 CON L'ATALANTA

TORINO-ITALIA  Due rigori di Ronaldo permettono alla Juve di uscire indenne dalla sfida contro l'Atalanta, che conferma, se mai ce ne fosse bisogno, di essere la squadra più pimpante di questo strano campionato. All'Allianz Stadium i bergamaschi passano in vantaggio per due volte e per due volte vengono raggiunti da CR7, che dal dischetto è infallibile e tiene a galla i bianconeri.

I nerazzurri giocano con allegria, ma non con leggerezza. E ci mettono molto poco a far capire perché abbiano il miglior attacco d'Italia: prima prendono possesso del campo, grazie alla qualità e al carattere già mostrati nelle precedenti giornate, poi, al quarto d'ora, colpiscono, con la fiammata di Zapata che, servito in area da Gomez, infila il destro alle spalle di Szczesny.

La Juve patisce l'aggressività e il dinamismo degli ospiti e anche se Dybala riesce a rendersi pericoloso alla mezz'ora con un diagonale di sinistro, sono i bergamaschi a dettare il ritmo della gara, grazia ad un pressing alto e a una corsa continua. Solo nei minuti finali del primo tempo i bianconeri danno l'impressione di poter cambiare il copione della gara, aumentando il ritmo, ma non riuscendo comunque a costruire occasioni.

In avvio di ripresa l'Atalanta continua a spingere, ma quando la Juve si fa vedere in avanti al 10' e Dybala cerca un cross, trovando il tocco con il braccio in area di De Roon, la gara torna in equilibrio, grazie alla perfetta esecuzione di Ronaldo dal dischetto.

Appena raggiunto il pareggio Sarri cambia, inserendo Alex Sandro e Douglas Costa al posto di Danilo e Bernardeschi. La Juve adesso gioca con maggior intensità, ma l'Atalanta non abbassa il ritmo, nonostante le energie spese nella prima ora di gioco. Sarri cerca una presenza più costante in area e manda in campo Higuain al posto di Dybala. I bergamaschi sono ancora pericolosi con il diagonale di Malinovskyi fuori di un soffio, mentre Ronaldo, con uno spettacolare controllo, addomestica il lungo lancio di Cuadrado e spara in porta, trovando la risposta di Gollini. La gara sembra in completo equilibrio, ma la freschezza degli ospiti è decisiva, quando i nuovi entrati Muriel e Malinovskyi confezionano l'azione del raddoppio, con la fuga del primo sulla fascia e l'inserimento del secondo a centro area, concluso con un destro violento che si infila nell'angolino.

La Juve si rituffa in avanti e ancora una volta trova un tocco con il braccio in area. Questa volta è Muriel a intercettare il tocco di Higuain, e dal dischetto è sempre Ronaldo a colpire e a ristabilire la parità. La gara si chiude così sul 2-2 e il pareggio per i bianconeri è prezioso quanto un successo. Ora la Lazio è staccata di otto lunghezze, l'Atalanta rimane a meno nove... Per lo scudetto ci sarà ancora da lottare parecchio, ma questa sera è stato compiuto un altro passo fondamentale.

JUVENTUS: Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo (12' st Alex Sandro); Rabiot, Bentancur, Matuidi (36' st Ramsey); Bernardeschi (12' st Douglas Costa), Dybala (25' st Higuain), Ronaldo. Allenatore: Sarri. ATALANTA: Gollini; Toloi, Palomino (30' st Caldara), Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler (30' s t Tameze), Gosens; Gomez(23' st Malinovskyi ); Ilicic (13' st Pasalic) , Zapata (23' st Muriel). Allenatore: Gasperini.

Arbitro: Giacomelli. Reti: Zapata 16' pt, Ronaldo rig. 10' st, Malinovskyi 35' st Ronaldo, rig 45' st.