Dom. 25. Ago 2019, Santa Fe - Argentina
Política

PD ESTERO: PER IL GOVERNO GLI ITALIANI NEL MONDO NON ESISTONO

PD ESTERO: PER IL GOVERNO GLI ITALIANI NEL MONDO NON ESISTONO

Dura denuncia de legisladores del Partito Democratico sobre la cittadinanza...

ROMA-ITALIA  “Il testo del decreto legge contenente le regole applicative del reddito di cittadinanza e della cosiddetta ‘quota cento’, dopo la proposta di riduzione degli eletti nella circoscrizione Estero e la mancanza di risposte della manovra finanziaria, conferma in modo evidente che per questo governo e per la maggioranza 5Stelle-Lega-Maie gli italiani all’estero sono l’ultimo dei pensieri, anzi non esistono.

Il reddito di cittadinanza, o meglio ciò che ne resta dopo i tagli di risorse concordati con l’UE, può essere richiesto dai cittadini italiani e da una serie di altri soggetti (cittadini di paesi dell’Unione europea o di paesi che hanno sottoscritto convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia o di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE di lungo periodo), a condizione che al momento della domanda risiedano in Italia da almeno dieci anni in modo continuativo.

Quindi, chi è all’estero e perde il posto di lavoro o decide comunque di rientrare non può presentare domanda”.

Lo dichiarano i Parlamentari del PD eletti all’estero Laura Garavini (foto), Francesco Giacobbe, Nicola Carè, Francesca La Marca, Angela Schirò, Massimo Ungaro.