Sab. 19. Set 2020, Santa Fe - Argentina
Per il paese

VACANZE, GLI ITALIANI CAMBIANO I PIANI: 1 SU 4 NON PARTIRA’

VACANZE, GLI ITALIANI CAMBIANO I PIANI: 1 SU 4 NON PARTIRA’

ROMA-ITALIA  Da un sondaggio di Altroconsumo emerge che il 63% ha cambiato i suoi piani per le vacanze estive. Se prima del Covid-19 il 40% aveva in programma un viaggio all’estero, adesso la percentuale si riduce drasticamente (18%). Per la metà dei rispondenti la possibilità o l’intenzione di spesa si è ridotta, mentre ben il 26% non prevede alcuna spesa.

A influenzare le scelte di viaggio degli italiani non è stato solo l’aspetto economico ma anche quello sanitario della pandemia. Per quanto riguarda i trasporti, i pullman a lunga percorrenza sono considerati il mezzo meno sicuro (abbastanza o molto rischioso per il 66% dei rispondenti); il 58% dei soggetti ritiene rischioso anche viaggiare in treno e sostare nelle stazioni e il 56% non si sente al sicuro nemmeno all’idea di viaggiare con l’aereo.

A livello di alloggio, sono gli ostelli e le guest house ad essere considerati i meno sicuri: infatti il 58% non si sente a suo agio a pernottare in queste strutture. Si predilige, invece, l’affitto di intere abitazioni e il pernotto in albergo, soluzioni che meno della metà dei rispondenti - rispettivamente dal 33% e dal 40% - ritiene rischiose. Inoltre il 14% degli italiani ha annullato o subito la cancellazione di almeno una prestazione sanitaria (visite, esami, trattamenti), mentre il 63% ne ha rimandata o ha subito il rinvio almeno una volta. Il 12% degli italiani afferma di aver subito un forte impatto sulla propria salute a causa di cancellazioni e rinvii di prestazioni sanitarie previste.