Mar. 11. Ago 2020, Santa Fe - Argentina
Economía

FMI: RECUPERO MONDIALE IRREGOLARE E INCERTO, PIL ITALIA -12,8%

FMI: RECUPERO MONDIALE IRREGOLARE E INCERTO, PIL ITALIA -12,8%

ROMA-ITALIA  Un “recupero irregolare e incerto” prevede il Fondo monetario internazionale dopo la riapertura dal “great lockdown”.

“La pandemia di COVID-19 ha spinto le economie in un Grande Lockdown, che ha contribuito a contenere il virus e a salvare vite umane, ma ha scatenato anche la peggiore recessione dalla Grande Depressione – sottolineano gli analisti del Fondo - Oltre il 75 per cento dei paesi si sta riaprendo contemporaneamente all'intensificarsi della pandemia in molti mercati emergenti e in molte economie in via di sviluppo.

Diversi paesi hanno iniziato a riprendersi. Tuttavia, in assenza di una soluzione medica, la forza della ripresa è altamente incerta e l'impatto sui settori e sui paesi disomogeneo”. In comparazione con il World Economic Outlook pubblicato ad aprile, l’Fmi stima una “recessione più profonda nel 2020 e una ripresa più lenta nel 2021.

La produzione globale dovrebbe diminuire del -4,9 per cento nel 2020, con una differenza di 1,9 punti percentuali rispetto alle previsioni di aprile, seguita da una parziale ripresa, con una crescita del 5,4 per cento nel 2021”. Queste proiezioni implicano una perdita cumulativa per l'economia globale in due anni (2020-21) di oltre 12 trilioni di dollari a partire da questa crisi. Per quanto riguarda il nostro Paese, la perdita del Pil sarà del 12,8% nel 2020 a fronte di un recupero del 6,3% nel 2021.