Vie. 10. Jul 2020, Santa Fe - Argentina
Lo sport

LA JUVE VOLA

LA JUVE VOLA

TORINO-ITALIA  Due rigori, uno per tempo, valgono a Cristiano Ronaldo 50 gol segnati con la maglia bianconera e alla Juve, in rete anche con de Ligt nel recupero, tre punti contro la Fiorentina. La squadra di Sarri non gioca una delle sue migliori partite, anche se l'inizio è promettente, ma anche senza sforzarsi troppo, domina per lunghi tratti e salvo qualche occasione nel primo tempo, concede poco o nulla agli avversari.

Il primo tiro in porta è della Fiorentina, che costringe Szczesny a tuffarsi per bloccare il destro dal limite di Pulgar, ma l'atteggiamento dei bianconeri è corretto, perché manovrano e verticalizzano rapidamente e già dai primi minuti danno la netta impressione di essere in partita, specie de Ligt e Rabiot, puntuali in ogni intervento, mentre l'asse Cuadrado-Douglas Costa sulla destra garantisce fantasia e spinta. Nonostante la supremazia però, non arrivano conclusioni verso la porta viola, mentre Szczesny deve salvare sia sul colpo di tacco ravvicinato di Chiesa, che sulla sventola da fuori area di Lirola. Il primo tiro dei bianconeri arriva al 27' ed è Bentancur a impegnare Dragowski con un destro dalla distanza. Il secondo, sempre da fuori, è di Pjanic che, dieci minuti più tardi, spara dai venti metri e centra il pieno il braccio di Pezzella. Dopo aver consultato il VAR Pasqua concede il sacrosanto rigore e Ronaldo eguaglia Trezeguet, andando a segno per la nova partita consecutiva in campionato.

Il vantaggio porta la Juve a iniziare la ripresa con un ritmo più blando: c'è poco movimento senza palla e troppa imprecisione nell'impostare la manovra e la Fiorentina per poco non ne approfitta, arrivando al tiro con Benassi, che mette a lato di poco. Il pericolo corso suona come una sveglia per i bianconeri e Douglas Costa si produce in uno scatto verso il fondo e in un traversone rasoterra che Higuain devia di prima intenzione, trovando la risposta di Dragowski. Il Pipita lascia il posto a Dybala e la Juve riprende a macinare gioco,  collezionando angoli in serie e schiacciando gli avversari. E quando Bentancur, dopo uno scambio nello stretto con Dybala, entra in area a forza di dribbling e viene steso da Ceccherini, Pasqua concede nuovamente il rigore, confermato anche dal VAR. Ronaldo si presenta ancora dal dischetto e fa 50 SIUUU in bianconero. In una stagione e mezza, non è da tutti.

La partita a questo punto è chiusa, ma c'è ancora il tempo per gli applausi a Douglas Costa e Rabiot, sostituiti da Bernardeschi e Matuidi, e per il gol del definitivo 3-0, siglato da de Ligt, che infila di testa l'angolo di Dybala e mette il timbro definitivo sulla vittoria bianconera, mai davvero in discussione.

JUVENTUS: Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot (43' st Matuidi); Douglas Costa (38' st Bernardeschi), Higuain (22' st Dybala), Ronaldo. Allenatore: Sarri. FIORENTINA: Dragowski; Ceccherini, Pezzella, Igor; Lirola (44' st Agudelo), Benassi, Ghezzal (15' st Vlahovic), Pulgar, Dalbert; Chiesa, Cutrone (28' st Sottil). Allenatore: Iachini. Reti:  Ronaldo rig. 40' pt e rig. 35' st, de Ligt 46' st. Arbitro: Pasqua.