Vie. 13. Dic 2019, Santa Fe - Argentina
Asia

IL PAPA IN GIAPPONE: MAI PIU’ BOMBE, SOLO DIALOGO E DIGNITA’ UMANA

IL PAPA IN GIAPPONE: MAI PIU’ BOMBE, SOLO DIALOGO E DIGNITA’ UMANA

ROMA-ITALIA  “Voglio implorare Dio e invitare tutte le persone di buona volontà a continuare a promuovere e favorire tutte le mediazioni dissuasive necessarie affinché mai più, nella storia dell’umanità, si ripeta la distruzione operata dalle bombe atomiche a Hiroshima e Nagasaki. La storia ci insegna che i conflitti tra popoli e nazioni, anche i più gravi, possono trovare soluzioni valide solo attraverso il dialogo, l’unica arma degna dell’essere umano e capace di garantire una pace duratura. Sono convinto della necessità di affrontare la questione nucleare a livello multilaterale, promuovendo un processo politico e istituzionale in grado di creare un consenso e un’azione internazionali più ampi”.

Sono le parole di Papa Francesco, pronunciate nel corso di un incontro con le autorità e il corpo diplomatico a Kantei, in occasione del viaggio apostolico in Thailandia e Giappone. Il Pontefice ricorda anche che “una cultura di incontro e dialogo – caratterizzata da saggezza, visione e ampiezza di orizzonte – è essenziale per costruire un mondo più giusto e fraterno. Il Giappone ha riconosciuto l’importanza di promuovere contatti personali nei settori dell’istruzione, della cultura, dello sport e del turismo, sapendo che questi possono contribuire notevolmente all’armonia, alla giustizia, alla solidarietà e alla riconciliazione, che sono il cemento della costruzione della pace”.

Tokyo tra l’altro ospiterà il prossimo anno le Olimpiadi estive. “Possiamo vedere un esempio evidente di questo nello spirito olimpico – dice il Papa che unisce atleti di tutto il mondo in una competizione che non si basa necessariamente sulla rivalità ma sulla ricerca dell’eccellenza. Sono certo che i Giochi Olimpici e Paralimpici, che l’anno venturo si terranno in Giappone, serviranno da stimolo per far crescere uno spirito di solidarietà che superi i confini nazionali e regionali e cerchi il bene di tutta la nostra famiglia umana”.